Questo blog nasce con l'intento di condividere con amici e non la passione per la cucina...ricette italiane ma non solo...

la ricerca del buono amalgamando i sapori della cucina italiana e straniera

martedì 23 febbraio 2010

Il gelo all'arancia di Virginia che sposo' il caffe'




Quando mangiai per la prima volta questa delizia di budino fu amore a prima vista. Era la notte del 19 dicembre e fuori nevicava. Per l'esattezza erano le 3 del mattino e dopo un'intera giornata in giro per aereoporti finalmente eravamo riusciti ad arrivare a Milano...
Virginia, povera, ci aspettava pronta con la cena dalle 8 di sera :aveva pensato a tutto..antipasto, primo, dolce,vino..
Ovviamente ,riusciendo a sederci a tavola solo alle 3 del mattino, l'antipasto e il vino li abbiamo direttamente saltati ma il dolce no, proprio no...

In questi mesi l'ho rifatto diverse volte sempre in versione arancia, ma ieri ho voluto provare a cambiare e farlo al caffe'...ed ecco qui la mia ricetta riadattata a questa nuova versione del gelo all'arancia di Virginia...


Gelo al caffe' (dosi per 4 persone):

1 tazza di caffe' decaffeinato
150 gr di zucchero
40 gr di maizena
acqua


Mescolare il caffe', la maizena e lo zucchero in un contenitore graduato stemperando bene. Portare a 500 ml di volume finale con dell'acqua. Versare il tutto in un pentolino e continuando a mescolare far bollire per 3 minuti. Versare in uno stampo da budino e lasciar raffreddare per almeno 3 ore. Al momento di servire spolverizzate sulla superficie un po' di polvere di cacao amaro.

12 commenti:

  1. Siamo decisamente in sintonia oggi...

    RispondiElimina
  2. si'...ti giuro che quando ho visto la tua ricetta sono morta dal ridere...e provero' anche la versione kiwi..mi ispira!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. allora seguite anche me domani.. che qui èpresa la gelo-mania. HO bissato anche stasera, costretta dalle boccucce di casa...
    ;-)

    RispondiElimina
  4. Sara' fatto..non vedo l'ora!!!!!!!!!
    :-)

    RispondiElimina
  5. ma dai la stessa ricetta su due blog diversi con ingredienti diversi che telepatia!!!!!!! buonoooooooo! baci Ely

    RispondiElimina
  6. Io preferisco quella al caffè! e la farò al più presto.
    però volevo chiederti un favore.
    Io vado pazza per la cheese cake inglese cioè fresca,
    ho cercato in internet quella che più si avvicinava a quella e dopo tante prove penso di essere arrivata ad una versione molto vicina a quella che danno nei coffee shops(grazie anche alla nuova philadelphia allo yogurth).
    Ho chiesto anche a mia zia e mi ha detto che li usano il cream cheese che però non si trova al supermercato ma te lo vende il lattaio... potresti fare delle ricerche per me?
    In ogni caso il 6 aprile per il mio compleanno siete invitati a casa mia e il dolce sarà proprio la mia cheese cake alla fragola ( ora che ci penso devo provare a farla anche al caffè)
    Grazie e bacioni al pupo che penso che più che per i dentini stia male per l'influenza allo stomaco che ha preso ormai tutta l'europa infatti anche noi siamo solo adesso in via di guarigione.

    RispondiElimina
  7. ,,,,,,,,,,,..........
    scusami per tutte le virgole e i punti che ho omesso,

    kisses

    RispondiElimina
  8. che bellissima ricetta..guardo, segno e assaggio!!!!

    RispondiElimina
  9. brava: guarda,segna e assaggia....:-)))
    fammi sapere poi!!ciao!

    RispondiElimina
  10. Ah tu sei a Londra in Italiano ..io a Roma in inglese! ciao Ren

    RispondiElimina
  11. ...eh eh....bella questa!!
    ciao!
    de

    RispondiElimina
  12. buonissimo!!!
    Ecco la mia versione con panna montata!

    RispondiElimina

idee,consigli, saluti e tanta simpatia...